giovedì 21 maggio 2009

caratteri recessivi.

Ogni volta che scopro di preferire caratteri recessivi nelle persone, mi sento banale.
Perchè sento che, la maggiorparte delle volte, li preferisco solo perchè sono tali, non perchè appaiano veramente migliori ai miei occhi. (ciò è comune a molti.)
Ma, in fin dei conti, io amo la particolarità, l'unicità.
quindi è normale che preferisca l'elite di esseri umani che presentano particolari caratteri. Insomma, a me piacciono le elite.
Il rapporto tra soggetto e oggetto da il gusto, però,
non dovrei essere influenzata dal "concetto di elite".

Sostanzialmente il problema è che non riesco ad evitare l'influenza da parte delle idee della pluralità degli individui che formano la società in cui mi trovo a condurre la mia esistenza.

martedì 12 maggio 2009

in effetti sbaglio ad ostinarmi a tenere la mano a chi sa camminare da solo.

buonanotte.

buonanotte a me, buonanotte te, buonanotte a quelli come te, buonanotte alla corsa all'ultimo numero, buonanotte a Boccaccio, Petrarca e quella stronza di Laura, buonanotte ai divani scomodi e alla mia schiena storta, buonanotte all'ora di cena e al frigo vuoto, buonanotte ai miei pensieri privi di correlato ontologico.

martedì 5 maggio 2009

70 centesimi di pensieri rivolti a te.

la tua assenza sa di notti insonni.

sei la mia illusione che sa di zucchero.
scrivo su fogli d'album da disegno,
piango su fogli d'album da disegno.

quello di domattina sarà un buongiorno nuovo,
un buongiorno vuoto di parole di ieri e pieno di parole di domani.

tu sei il mio segreto, ma forse ho bisogno di raccontarti a qualcuno.